La sostituzione degli infissi: i vantaggi fiscali

Vota questo articolo
(0 Voti)

Occuparsi della sostituzione degli infissi oggi non è solamente più una pratica dettata dalla necessità di rinnovare la propria casa, ma può essere un sistema grazie al quale la propria abitazione può diventare più ecologica.

Proprio per questo motivo oggi è ancora possibile usufruire di tutta una serie di vantaggi fiscali che si legano alla sostituzione delle finestre e delle porte a vetri, sia nel caso in cui ci si occupi di ristrutturare casa, sia qualora questo sia l’unico intervento che si possa realizzare.

 

I vantaggi che si legano a tali interventi sono davvero rilevanti, ed è per questo che sarà bene conoscerli.

La detrazione per la sostituzione degli infissi

In particolare, la legge di stabilità del 2017 ha prorogato anche al 2018 la possibilità di ottenere una detrazione fiscale nel caso in cui si realizzino quelli che sono interventi di riqualificazione energetica degli edifici, tra i quali si fa rientrate anche la sostituzione degli infissi.

Infatti, poter inserire dei nuovi serramenti, come accade per le finestre e le porte, darà la possibilità di:

  • Migliorare il confort termico all’interno dell’abitazione;
  • Ridurre le dispersioni di calore;
  • Ridurre, di conseguenza, gli sprechi a livello energetico;

Sostituzione degli infissi, come ottenere la detrazione fiscale

Nel caso in cui vi siate occupati di comprare casa, e vogliate realizzare una sostituzione degli infissi, oppure abbiate semplicemente iniziato degli interventi di ristrutturazione, dovreste anche conoscere quali siano gli elementi grazie ai quali poter ottenere la detrazione fiscale.

Ecco, quindi, gli elementi indicati dalla legge per potersi aggiudicare i vantaggi fiscali:

  • La sostituzione deve riferirsi ad immobili già esistenti, o comunque che siano in corso di costruzione;
  • Gli interventi devono andare ad aumentare il livello di efficienza energetica dell’abitazione;
  • Gli infissi dovranno andare a delimitare concretamente il volume riscaldato: quindi dovranno essere rivolti verso l’esterno, oppure riferiti ad aree che non siano riscaldate;

Oltre ai singoli infissi, possono rientrare nella detrazione fiscale anche gli accessori che siano necessari per la loro installazione e per il loro utilizzo.

Sostituzione degli infissi, l’agevolazione in concreto

A questo punto potreste chiedervi in che cosa consista l’agevolazione fiscale per la sostituzione degli infissi a livello concreto.

Questa consente di ottenere una detrazione di quelle che sono le spese sostenute nel momento in cui si debba pagare l’IRPEF oppure l’IRES.

L’importo che costituisce la detrazione verrà, poi, suddiviso in dieci rate annuali che saranno tutte di pari importo.

La detrazione potrà arrivare alla percentuale massima del 65% per le spese che siano state sostenute dal 6 giugno 2013 sino al 31 dicembre 2018, mentre essa si fermerà al 50% per le spese che siano state interamente sostenute a partire dal 1° gennaio del 2018.

La data alla quale si farà riferimento, indipendentemente dal momento in cui siano iniziati i lavori, sarà sempre quella del pagamento.

Inoltre, nel caso di sostituzione degli infissi, la detrazione della quale si potrà usufruire potrà arrivare ad un tetto massimo di 60 mila euro. Questa non sarà cumulabile rispetto ad altre forme di detrazione, come accade, ad esempio, nel caso di ristrutturazioni.

Hai domande? Chiamaci

+39 049 7360230

Scrivici una mail

Info@SOSprofessionisti.it

Siamo sempre aperti

24 ore su 24

SOSprofessionisti.it nasce dall’esigenza di aiutarvi a trovare aziende e professionisti di fiducia a cui affidarvi risparmiando tempo e denaro.

Spring Renovation
Industry
US Gas Company
Construct
Plus Project
Vam Drilling Service
Factory Project
X Project
Cabrrus Training

Newsletter

© 2018 ProgettoWebFirenze