Lavori in appartamento: cosa spetta ai condomini e cosa al condominio

Vota questo articolo
(0 Voti)

Chiunque sia in possesso di una casa si sarà occupato, prima o poi, di eseguire dei lavori in appartamento, sia per quelle che possono essere delle vere e proprie ristrutturazioni, sia con riferimento anche ad interventi più piccoli.

All’interno di un condominio, le differenze maggiori riguardano la distinzione tra quello che è il singolo appartamento e le parti comuni. Infatti, in questi casi si dovrà prendere in considerazione la differenza tra l’interno dell’appartamento e le parti che, invece, siano di competenza del condominio.

 

Lavori in appartamento, quali sono le parti comuni?

Nel momento in cui ci si occupi di ristrutturare casa si dovrà anche capire quali siano quelle che vengono ricomprese tra le parti comuni dell’immobile.

In generale, si fanno rientrare nelle parti comuni:

  • I locali che siano destinati ai servizi comuni, che comprendono la portineria, il locale caldaie e così via;
  • Le parti destinate all’uso comune, come l’androne, le scale e anche i cortili;
  • Le apparecchiature di uso comune, come le fognature, gli ascensori, ma anche tutti gli impianti di distribuzione del gas, dell’acqua e dell'energia elettrica, sino ad arrivare alle differenti diramazioni per le singole utenze;
  • Tutto quello che non venga espressamente previsto dalla legge, ma che sia compreso in questo gruppo dall’assemblea condominiale;

Nel caso in cui i lavori in appartamento vadano a toccare anche le parti comuni sarà, innanzitutto, necessario avvisare gli altri condomini in assemblea, allo scopo di avere la loro autorizzazione ad effettuare gli interventi.

Ad esempio, ciò può riguardare il caso per il quale si debbano realizzare dei lavori che vadano ad incidere sull’impianto di riscaldamento e che potrebbero, quindi, modificare il suo utilizzo oppure la distribuzione del calore.

Inoltre, qualora i lavori di ristrutturazione vadano a migliorare una delle parti comuni sarà possibile ottenere la suddivisione delle spese che siano state affrontate o tra tutti i condomini in modo uguale, oppure a seconda dell’utilizzo delle parti stesse, ad esempio per quanto riguarda l’ascensore.

Lavori in appartamento, l’importanza della comunicazione

Oltre alla suddivisione che potrà essere fatta tra i lavori del singolo privato e quelli che si riferiscono alle parti comuni, sarà essenziale sapere come per i lavori in appartamento saranno da seguire anche delle indicazioni in merito alle comunicazioni che dovranno essere eseguite.

Per i lavori di manutenzione ordinaria sarà sufficiente informare l’amministratore di condominio, e anche i condomini, per ritrovarsi in regola. Infatti, queste comunicazioni saranno importanti allo scopo di consentire di avvisare i condomini in merito a quello che potrà essere il disagio arrecato dai lavori stessi, dovendo comunque rispettare le regole riferite agli orari nei quali i lavori potranno essere eseguiti.

Nel caso in cui i lavori siano di manutenzione straordinaria, potrà rendersi necessaria la SCIA o altre comunicazioni ufficiali, che potranno essere realizzate dal direttore dei lavori.

Anche in questi casi la comunicazione ai condomini sarà essenziale, anche per dare loro la possibilità di richiedere eventuali indennizzi qualora qualcuno degli interventi arrecasse un danno alla loro proprietà o anche solo alla loro quiete.

Hai domande? Chiamaci

+39 049 7360230

Scrivici una mail

Info@SOSprofessionisti.it

Siamo sempre aperti

24 ore su 24

SOSprofessionisti.it nasce dall’esigenza di aiutarvi a trovare aziende e professionisti di fiducia a cui affidarvi risparmiando tempo e denaro.

Spring Renovation
Industry
US Gas Company
Construct
Plus Project
Vam Drilling Service
Factory Project
X Project
Cabrrus Training

Newsletter

© 2018 ProgettoWebFirenze